Roma Master Cross - Audax Team VI Tappa - Pratoni del Vivaro 11/12/2016

Ancora una bella prova di gruppo, per tutto l'Audax Team, che porta avanti i colori sociali anche in questa fase della stagione (che altrimenti sarebbe un po' in bianco e nero...). La presenza "di gruppo" - ben otto atleti in partenza - fa proprio un bell'effetto.

Ecco il video dello splendido scenario nel cuore dei Castelli Romani. E a seguire la CicloCrossCronaca di Tony Mazzotta

Ecco la CicloCrossCronaca di Tony Mazzotta:

Gli arditi crossisti del team Audax oggi tutti presenti! Il forte freddo e le varie influenze, i corsi, le sonate eccetera eccetera, non hanno fermato gli intrepidi eroi del fango, e neanche le eroine!
Menzione d'onore alla nostra fortissima atleta lituana di origini calabresi Anniska Rapidov, che anche oggi dava battaglia dopo aver come al solito preparato le migliori melanzane del Roma Mastercross, con le quali alimenta o forse dovremmo dire "dopa" i suoi Corleto’s. 
Comunque oggi presenti l'anguillarese Marco Rulli, il monegasco Lo Monacò, il romano Ermiddei, l'ardennese volante, Sebastien, il tedesco Unimog e il belga Bommel che ancora un po' influenzato faceva la gara con la sua nuova invenzione, il body pannolone, e poi i giovanissimi Emiliano Corleto's Jr e Filippo Ragonesi's Jr. 
Amici nemici, presenti anche il russo Giacomov e lo spagnolo Alessio Alessio ormai entrambi pluripremiati. 
Alla prima partenza gli M4 non finivano più…: Unimog, Rulli e Ermiddei cominciano a mietere avversari mentre Sebastien incurante continua a fischiettare "yankee doodle”.
Per gli m5 Bommel parte un po' attardato, gli tocca aspettare Giacomov, altrimenti quello poi chi lo sente. Al 3° giro la corsa si infiamma, alle palanche Unimog ed Ermiddei saltano come due faine seguiti dal Rulli che mettendo in pratica gli insegnamenti del corso che sta facendo, lancia la bici appena sceso e la riprende al volo alla curva successiva.
L'ardennese imperturbabile come quando va a fare servizio al derby Niscemi-Scicli, tranquillo, parla al telefonino col suo amico Spezzacatena.... Bommel, infine, doppiato poco prima del traguardo si becca una menzione di merito per il casco fluorescente con il quale è sempre riconoscibile. 
Alla seconda partenza c'è molta tensione.... In griglia sono talmente pochi che Lo Monacò tenta subito di buttarla in caciara e farsi dare la vittoria a tavolino! Non riuscendoci stoicamente posiziona il cardio su 250 pulsazioni minime e creerà scompiglio tra i suoi avversari. Alessio Alessio invece un po' fuori forma, parte al contrario e accortosene dopo 2 giri, chiuderà la gara con 9 giri inseguito dal papà, sempre nelle prime posizioni anche lui.