Ciao ciao 2016: tutti i kilometri AUDAX che sono già storia

Dicono che sia difficile mettere in ordine i ricordi. Che le strade si incrocino, le immagini si sovrappongano, e un bivio, una osteria, una curva e un passaggio tecnico di un luogo si possano sovrapporre nella memoria, quando i frammenti sono tanti.

Sciocchezze. Un ciclista lo sa. Ogni singola uscita in bicicletta, anche la più breve, anche la più innocua, ha una storia a sé. E ogni uscita in bicicletta ha un suo ricordo preciso. Impossibile fare confusione.

È emozionante vedere quante cose abbiamo fatto nel corso dell'anno del quarantennale della nostra società. Il video è lungo, ma ne vale la pena. E varrà ancora di più la pena guardarlo tra qualche anno. Ma intanto, ecco la storia Audax del 2016.

Sono personalmente orgoglioso di ognuno di voi. Ogni frammento aggiunge storia e ricordi a una Storia, la nostra, che è già lunga lunga e piena di tanto. E siete stati voi a offrirne in quantità anche nell'anno appena passato. Con la fatica e il sudore, spesso, ma sempre col sorriso sulle labbra.

Che questo è il nostro ciclismo, questo è l'Audax Style. Sulle strade di casa, sulle montagne o nei fiordi norvegesi: i nostri colori sono stati presenti come una scia per tutta l'Italia, e anche fuori.

L'anno prossimo cercheremo di colorare anche di più. Intanto, grazie infinite a ognuno di voi, e prendetevi questo applauso commosso. Ve lo meritate davvero.

Valerio Lo Monaco