Audax Team: ecco la novità del 2017!

Allora la comunicazione è rivolta a tutti, e riguarda questo “rumor” in merito all’Audax Team del 2017, che comincia a circolare in gruppo (in vari gruppi) visto che “Radio Ciclismo” inizia a fare il suo lavoro…

(Radio Ciclismo è quella consuetudine, che qualunque ciclista conosce bene, per la quale non appena c’è una notizia di un certo calibro, che riguarda il nostro mondo, la cosa inizia a diffondersi di bocca in bocca, di ciclista in ciclista, a ogni uscita, e prende strade del tutto curiose da risalire e analizzare…)

Prima che la cosa prenda contorni difficili da decifrare meglio fare un chiarimento pubblico dunque, a mia firma - ovvero da parte di chi a tale cosa sta primariamente lavorando da mesi, assieme ad altri soci fedelissimi.

L’Audax Team del 2017 è un progetto che rivoluzionerà la concezione stessa delle squadre ciclistiche amatoriali. E sottolineiamo amatoriali

Non lo diciamo noi soli, in prima persona, ma ce lo stanno confermando, sgranando gli occhi, tutte le aziende (grosse aziende) e vari partners che abbiamo contattato negli ultimi mesi, soggetti con i quali stiamo completando i vari accordi, al fine di varare questo progetto ambizioso.

Di che si tratta? Molto semplicemente (e brevemente, per ora): di una cosa esclusiva che riguarderà un gruppo di atleti che accetteranno di impegnarsi in un programma ciclistico, per la stagione 2017, e che riceveranno in cambio dei privilegi e dei supporti notevoli, se rapportati al mondo amatoriale, per svolgere l’intera prossima stagione con tutto quello che gli serve per continuare a praticare il proprio sport, la propria passione, in modo molto più gratificante.

1976... Anguillara Sabazia - Uscita Sociale (clicca per ingrandire)

Cenno di storia breve breve: la nostra società, il Vélo Club Audax Roma, esiste dal 1976. Questo in corso è dunque l’anno del quarantennale. Ed esiste, sin dall’inizio, con l’unico intento di aggregare persone, e amici, attorno al nostro sport. Per il semplice motivo che praticarlo assieme è molto, molto più bello. E questo per qualsiasi disciplina specifica si tratti: cicloturismo, ciclocross, mtb, randonnée, granfondo, corse amatoriali e anche semplici coffee-ride… Farlo insieme, allenarsi insieme, partecipare assieme ad eventi, e anche il solo fatto di partire assieme per raggiungere i vari luoghi delle manifestazioni, è (più) bello. Tutto qui.

Il mondo “Audax” è antico. E il Vélo Club Audax Roma in particolare è stata una delle primissime società a importarlo in Italia. Riconosciuta a livello internazionale, con gemellaggi in varie parti d’Europa. Non è solo una squadra, è proprio un modo di andare in bicicletta, tanto che si può parlare tranquillamente di una sorta di “Audax Style” (torneremo su questo punto nei prossimi giorni, così da farlo capire meglio a chi fosse interessato).

Al momento abbiamo oltre 50 soci, in anni passati sono stati oltre 100, e presto saranno molti, molti di più. La società è totalmente autofinanziata, e ci sono alcuni “amici” che si auto-tassano per organizzare tante cose che facciamo durante il corso dell’anno. Per il puro piacere di farle. Questo è sempre stato il cuore pulsante della società. Ora, c’è anche questa novità dell’Audax Team.

Prima però occorre puntualizzare una cosa, che ha senso assoluto:

“la tradizione non è ciò che non cambia mai, ma ciò che cambia rimanendo fedele a se stessa”

Altrimenti andremmo in giro ancora con le sole maglie di lana e le biciclette degli anni Settanta… (cosa che pure continuiamo a fare, talvolta, per gioco).

Dunque rimangono fermi lo spirito e la passione, ma cambiano evidentemente altre cose per questo Team. Che sarà una sezione ulteriore alla classica scuderia dei soci del Vélo Club. Non la sostituisce insomma, ma vi si aggiunge. Con una novità di rilievo.

Eccola: stiamo selezionando delle persone che, come accennato, vogliano partecipare a un programma ambizioso e impegnativo, ma soprattutto estremamente divertente e per nulla stressante, di puro ciclismo per la prossima stagione. 

Per “puro ciclismo” intendiamo che:

  • non cambia l’Audax Style
  • non cambia la nostra attitudine né il nostro modo di andare in bicicletta
  • non cambiano le (nostre) regole generali del modo di pedalare e di interagire con il mondo del ciclismo

A cambiare è semmai altro, ovvero il fatto di decidere autonomamente di praticare il ciclismo in modo più profondo, cioè come un vero e proprio stile di vita, e di farlo portando in giro il messaggio che vogliamo diffondere. Avendo in cambio, oltre che il piacere di farlo, tutta una serie di benefit gratuiti. Dal materiale agli accessori, dall’accesso a una vastissima serie di sconti e promozioni sulle migliori marche - sul serio: le migliori marche - alle iscrizioni alle manifestazioni, dalla preparazione all’alimentazione, e a tutto ciò che, di una squadra professionistica, può essere replicato a una amatoriale. Con le evidenti differenze di benefici e doveri, naturalmente. Ma con l’unico intento di pedalare assieme. Senza lo stress dei risultati. L’obiettivo, ribadiamo, non è quello di “piazzarsi terzo di categoria alla corsetta del bar nel frosinate…” (con tutto il rispetto per “il frosinate” e con tutto il rispetto per chi pure, tra noi, vorrà fare anche corse di questo tipo), ma quello di esserci. Esserci a una serie numerosa di manifestazioni differenti. Portando in giro il nostro brand. E portandolo in giro in modo molto, molto differente dal consueto. In sintesi: con l’Audax Style.

Questo è l’investimento della società. E questi sono gli obiettivi.

Questi atleti, dunque, saranno selezionati non tanto per capacità sportive agonistiche. E non ci saranno limiti di età. Saranno selezionati in base ad altre qualità. Umane ancora prima che sportive. 

Perché l’operazione, ribadiamo, è comunicativa, di immagine. Oseremmo dire “spirituale”.

Con una formula di finanziamento e sponsor - questo il punto - totalmente differente da quella utilizzata dalla quasi totalità di tutte le altre squadre ciclistiche amatoriali. E che, appunto, ove funzionasse rivoluzionerà l’intero nostro ambiente.

Per dirla con uno slogan:

Audax Team

ride different

A breve altre info, ma insomma intanto il chiarimento era necessario, viste le telefonate e le email che stiamo ricevendo negli ultimi giorni. Chi avesse fretta di avere altre info può contattarci attraverso questo form.

Valerio Lo Monaco